Pubblicato in: 2001

Carnevale 2001

Novazzano 2001

    SOLE, CORIANDOLI MA SOPRATUTTO UNA

“FOLLA OCEANICA”

PER LA DODICESIMA EDIZIONE DEL CORTEO MASCHERATO DI

NOVAZZANO

pupazzo.gif (3983 byte)

 

Un altro carnevele da incorniciare quello del 2001 nel nostro simpatico e sorridente Borgo. E la NCS (nova curva sud…) ha veramente superato se stessa. Ma cominciamo con ordine…

 

Venerdì 16 febbraio:

La sera grande festa nel cappannone in piazza con x l’occasione un Bar de Nuit finalmente all’altezza della situazione, che già in questa prima vera serata di festa ha mietuto le sue prime vittime. Non facciamo nomi ma il mondo è piccolo e le voci corrono…

pupazzo.gif (3983 byte)

Sabato 17 febbraio:

Il giorno prima del corteo… bisogna assolutamente finire il carro!!! Così ne scaturisce una giornata lavorativa intensa come se ne erano viste poche, con pranzo annesso in quei dei magazzini per non perdere troppo tempo. Ore 19.00 il carro sembra ormai finito. I nostri eroi tornano a casa, stanchi ma felici…

Ore 20:00: un improvviso temporale ci prende completamente alla sprovvista.  Bisogna coprire il carro e in fretta!!! Ma la fretta si sa è cattiva consigliera e allora prendi di qua, tira di là, muoviti col carro la nostra telecamera girevole cade rovinosamente dal carro urtando il  cesso e fracassandosi poi tristemente a terra, in mezzo alla strada. Bestemmie, parolacce, calci, pugni, risse, atti di vandalismo (e chi più ne ha più ne metta…) sono quanto è successo negli attimi a seguire.

“Dovessi passare qui tutta la notte e dovessi spendere tutti i soldi che ho quella telecamera per domani mattina sarà su come prima, anzi meglio di prima!!!”   L’ingegner Bortolotto non si fa prendere dal panico e comincia a realizzare il nuovo impianto mentre i suoi fidi compagni si danno alle restrutturazioni…  e in men che non si dica, alle ore 23:00 la telecamera è al suo posto, praticamente nuova. Giretto di prova con il carro x evitare ulteriori imprevisti. Tutto funziona, finalmente la serata può cominciare…

Carro dell’erba, un divano e un materasso ma sopratutto tanta buona musica e qualche fida birretta. I nostri baldi giovani sono in marcia verso il centro paese e con un impianto (quest’anno consentitemelo) davvero d’eccezione e con alcuni vari accessori (sirena prot. civile, trombe,…) installate sul trattore del fido Borto sono pronti a far casino!!! Prima entrata in centro paese fallita x l’interposizione di un sicurino. Ma i nostri non demordono e con una manovra di accerchiamento riescono lo stesso a raggiungere la meta. Musica a tavoletta, balli sfrenati, poghi cattivi e quant’altro ancora hanno ravvivato la serata. Un GRAZIE al carnevale benefico che, al contrario dell’anno scorso, quest’anno non ci ha scacciati!!! NCS forever…

pupazzo.gif (3983 byte)

Domenica 18 febbraio

È il gran giorno. Ore 7.30 ai magazzini, minuto su minuto giù. Piano piano i primi vispi superstiti della notte cominciano ad arrivare, chi fresco e pronto ad affrontare una dura giornata, chi un po’ più apatico per motivi ancora da ricercarsi in quello spavaldo posto chiamato Bar de Nuit. Ma lasciamo la notte e pensiamo al giorno. Tutto sembra procedere bene e senza troppi intoppi(!!!!). Primo viaggio verso il centro paese andato in porto, mancava solo la mostruosa telecamera da montare sul trattore… uno scherzetto!! Ma questa volta l’ingegner Borto sbaglia i calcoli e montare la telecamera diventa un’impresa titanica! Così mentre qualcuno si gingillava sul palo della cuccagna (sarà mica stato sua maestà il Presidente?? No, dai non ci credo…) in quel dei magazzini si stava vivendo un’avventura a dir poco drammatica. “Tira, tieni, ocio che cade, cazz… bigol… ti ho detto di tenere, alza, molla, porc… pu…, sbrigati, non ce la faremo mai, aiuuuuuutttttttttooooooo,……………”. Mi fermo qua perchè potrei andare incontro a lamentele. Il resto lo lascia alla vostra fervida immaginazione.

Morale della favola la telecamera sembrava la torre di Pisa in versione “cadente”. Ma chi se ne frega… . E come direbbe Manzoni tra sabato sera e domenica mattina “due volte nella polvere, due volte sull’altar”… e allora all’alba della una i nostri intrepidi eroi giunsero in quel di via Marcetto, affamati ormai all’inversosimile, stanchi e già un po’ scazzati… Ma come lo spirito carnascialesco impone si dimentica tutto x dar spazio all’allegria e così:

ORE 14:00 INIZIAVA IL CORTEO. E come già accennato prima su un nuovo percorso tra le vie del paese si erano assiepate migliaia di persone (consentitemi di stimarle attorno alle 5-6 mila) che facevano da cornice a una stupenda giornata di sole. Un corteo fantastico come mai si era visto a Novazzano prima d’ora!!! Un’ambiente a dir poco eccezionale che ha reso la giornata indimenticabile sia x noi sia x gli spettatori che hanno potuto ammirare il frutto del nostro lungo ma doveroso lavoro, oltre a quello degli “amici-rivali” Se-pa-ra-tisti e di tanti altri gruppi e Bande (tra le quali Rigatoni, Bucatini, Spacatimpan,…)

Il corteo è finito. Tutto sembra essere andato x il meglio, eccezion fatta x la rottura di 2 cessi strada facendo (ringraziate me ma sopratutto il nostro mitico “Re…magio”) e la rottura di due casse (!!!). Ma durante il viaggio di ritorno ancora una volta abbiamo dovuto costatare come le fortuna sia cieca ma come la sfiga ci veda benissimo!! Infatti una cambretta (piazzata probabilmente da qualche gruppo rivale…) buca la ruota del nostro carro. Siamo a terra, ora sorge un altro problema ai già tanti in preventivo x la trasferta a Chiasso e Tesserete. Ma ci saremo lo stesso…

 



pupazzo.gif (3983 byte)

La NCS invade

La NCS invade

CASTEL SAN PIETRO

 

Nuovo carnevale da sperimentare in questo 2001: quello di Castel San Pietro. E riguardo a Castello è nato un piccolo scherzetto…

 

uovo.gif (14717 byte)

Ceri” una volta un Presidente che sapeva sempre tutto… 

…giunse il giorno in cui però sua Signoria era stato tenuto all’oscuro di un simpatico progetto…

Si sa: “a carnevale ogni scherzo vale” e in stile con il motto il nostro Allien prepara un simpatico scherzetto al nostro pres. Si trattava di partecipare al “noto” corteo del carnevale di Castello sabato 24 febbraio senza che però il Pres sapesse nulla e poi di inventare una simpatica scusa x convogliarlo nella località. I preparativi si sono svolti nel più assoluto anonimato: nessuno ha fatto la spia e tutto è stato organizzato alla perfezione. Ciliegina sulla torta poi la scusa frutto ancora una volta della mente perversa del nostro Allien… “c’è un mio amico di Castello che se gli diamo una mano a svuotare la cantina ci regale due casse da 500 Watt”, detto ciò al nostro Pres luccicavano già gli occhi x la felicità… il pesce aveva abboccato!! 

Sabato mattina trasferta in gran segreto verso la località della valle di Muggio con solo qualche piccolo inconveniente (rami sparsi qua e là). Castello però sembra deserta. Alla partenza del corteo solo un carro. Va beh gli altri arriveranno dopo…

“Rapido” montaggio dell’omone e poi trasferta verso l’immenso capannone in centro paese dove ci è stato offerto il pranzo. (e qui lasciatemi aggiungere un cosa: Castello è un paese senza spirito carnascialesco!!!! Infatti c’erano solo pochi intimi anche a mangiare… ma tantè!)

ORE 13.00: la porta del capannone si apre: una losca figura vestita con abiti da lavoro, scarpe pesanti e cassa di birra x fronteggiare il duro trasloco che ci attendeva fa il suo ingresso… è arrivato anche il Pres!! Subito comincia a polemizzare a destra e a manca e qualcuno già rimpiange il fatto di averlo avvertito del corteo. Comunque lo scherzo è riuscito alla perfezione e il nostro Pres ha fatto la figura del pollo. Meglio di così… 

uovo.gif (14717 byte)

Ma parliamo un po’ del corteo di Castello. Corteo? No, non esageriamo, chiamiamola sfilata perché i gruppi erano solo 5 e le persone a vedere poche di più ma nonostante questo la NCS in versione alternativa (senza maschere,…) ha dato spettacolo ancora una volta e con tanta musica e balli abbiamo trasformato il corteo in una mini street-parade… Scherzi a parte è stata davvero una bella giornata e l’anno prossimo se tutto va bene saremo presenti ancora una volta a Castello però un versione…. CASINISTA!!

Da segnalare ancora qualche “simpatico” espediente durante il viaggio di ritorno come le gocce di pioggia sparse che hanno fatto temere il peggio a tutti o la tamponata del nostro autista nei confronti di Mario o la chilometrica coda creata dal nostro convoglio o il passaggio a sirene spiegate in quel di Novazzano. Intanto la pioggia-neve si fa intensa e bisogna coprire il carro in fretta se no addio Nebiopoli. E allora al lavoro…

uovo.gif (14717 byte)

 


Chiasso 2001

CHIASSO 2001…

LA MAGIA SI RIPETE!!

fantasma2.gif (12440 byte)

 

Novazzano – Chiasso in 85 minuti: la NCS batte tutti i record!!! 

Martedì 27 febbraio: Carnevale Nebiopoli a Chiasso. Per evitare inconvenienti dell’ultima ora (si vedano gli scorsi carnevali) quest’anno la NCS decide di partire un po’ più presto del solito. Il percorso da coprire è addirittura più corto degli altri anni e tutto sembra essere stato calcolato. Altezza del carro: 4,3 metri ciò vuol dire che l’unico ponte sotto cui bisogna passare è di ben 20 cm più alto. Partenza quindi alle 8 in punto da Novazzano. Come sempre qualcuno però arriva con qualche attimo di ritardo (non facciamo nomi…), poco male. Il viaggio procede speditamente e piano piano arriviamo al famigerato ponte del cimitero e con nostra grande sorpresa scopriamo che… il ponte era alto solo 4,3m!! Nonostante questo proviamo lo stesso a passarci sotto ma ben presto vi rinunciamo e cerchiamo una strada alternativa. Si prova da Balerna ma anche qui un ponte ci blocca, allorché l’ingegner Borto ha un’ultima soluzione: il passaggio nella “strada della costa” che da Balerna va a Coldrerio (x chi non lo sapesse è una stradina di campagna tortuosa e “impervia”) ma capisce che anche di qui è fatica sprecata. E allora? E allora rapido ritorno a Chiasso perché i ponti (lo si dovrebbe sapere!) spesso non sono alti uguali. Infatti si prova a passare nell’altra corsia e… sorpresa sorpresa… tutto fila liscio come l’olio!!! Alle 9.15 finalmente siamo a Chiasso. E pensare che qualcuno l’aveva detto subito…

fantasma2.gif (12440 byte)

Ma a parte qualche piccolo incoveniente, come stavo dicendo, a Chiasso ci siamo arrivati… eccome se ci siamo arrivati!!! A sirene spiegate la NCS ha fatto la sua degna entrata nel borgo cittadino. Rapido (e parlo sul serio) montaggio dell’omino e poi tutti pronti a far festa!! Per l’occasione abbiamo addirittura improvvisato un piccolo grill molto (fin troppo…) apprezzato! E dopo qualche altra piccola avventura (vedi pola “rompiballe” e piccola bufera di neve abbattutasi su Chiasso)… a mezzogiorno iniziava la preparazione x la sfilata: sotto la direzione della ballerina del gruppo abbiamo dovuto imparare… UDITE UDITE… un clamoroso balletto sognando “una terra promessa…”!!  Ma a parte una qual certa titubanza iniziale tutto è andato a gonfie vele, il corteo è stato ancora una volta un momento magico, unico. 30000 persone assiepata ai bordi della strada in una fredda giornata d’inverno… da far venire la pelle d’oca! Un grazie particolare all’informatico della compagnia perché è riuscito a masterizzare un CD che saltava… NO COMMENT! Alla fine comunque solo gioia, felicità e naturalmente quel pizzico di tensione in vista della premiazione. Premiazione che anche quest’anno ha consacrato l’ottimo lavoro svolto dal nostro gruppo… QUINTO POSTO. Qualcuno sognava il podio ma fa niente… va bene così!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Un complimento particlare tengo a farlo agli amici del PUIAN TEAM di Bellinzona che si sono aggiudicati la classifica dei gruppi, agli amici-rivali SE.PA.RA.TISTI  x il loro eccezionale secondo posto e anche alla RIGATONI DANCE BAND, x l’ennesima vittoria nella categoria bande. Bravi a tutti quanti!!!!!!

L’avventura però quest’anno non finisce qui: Tesserete ci attende… e allora in marcia!

fantasma2.gif (12440 byte)

 


 

Tesserete 2001

TESSERETE 2001:

…OLTRE OGNI CONFINE…

draghetto.gif (16358 byte)

ORE 4.29 di una freddissima giornata di inizio marzo… inizia la lunga scalata verso Tesserete. Per non correre nessun rischio l’autista del gruppo decide di partire a un orario primitivo. Con lui x affrontare questa folle impresa il Pres (non poteva mancare…) e il sempreverde cassiere. Lunga e dritta correva la strada davanti a loro ma niente, neppure la temperatura gelida, poteva spaventare i nostri intrepidi eroi che a bordo del rampante Bührer coprivano chilometri su chilometri a una folle velocità. “Poco” dopo, verso le 5.15 anche il secondo trattore muoveva i suoi primi passi verso la località luganese. Riscaldamento a tutta birra, radio in sottofondo (e lampeggiante rotto) la trasferta si peannunciava piuttosto tranquilla.

ORE 6:20: l’autista e i suoi fidi compari hanno già superato Lugano e si inerpicano verso Tesserete, gli iseguitori invece si fermano in centro a far colazione… . La trasferta si conclude nel migliore dei modi: nessun incidente, nessuna bucatura e nessun motore fuso e così la NCS sbarca x prima in quel di Tesserete seguita dai “vicini del magazzino” che si sono portati dietro anche le tre mitiche Separ–a–tiste (in buona fede…) del gruppo.

Comincia l’ennesima montatura dell’omino che racchiude qualche piccolo incoveniente (naso completamente rotto,…) che si ripara alla bellemeglio (?!). E poi? E poi festa grande per le viuzze del ridente villaggio di Tesserete!!!
ORE 12.00: si mangia!!! Già ma cosa si mangia?? Lasciamo perdere…

draghetto.gif (16358 byte)

E dopo un pranzo da re di carnevale ci sono altre fatiche da affrontare. La ballerina del gruppo ha inventato un balletto nuovo di pacca!!! Non mi soffermo a commentare l’osceno effetto estetico-coreografico del balletto l’unica cosa che posso dire è che il corteo è andato benissimo, ci siamo divertiti tantissimo e ancora una volta lo spirito carnascialesco ha trionfato!! Dopo tante fatiche finalemente la liberazione… IL CARNEVALE È FINITO… scene di violenza e atti di puro teppismo (si chieda al morto che si è ritrovato un tapiro sulla lapide) hanno accompagnato la fine di questo terzo anno di sfilate. Una battaglia epica a palle di neve contro l’omino gigante e la distruzione di mezzo carro hanno alimentato il divertimento.

PREMIAZIONE… dopo aver assisitito a uno spettacolo di grande caratura sul palo della cuccagna in piazza a Tessererete dove i “Segamarmitt” di Bergamo hanno dimostrato tutta la loro agilità è arrivato di nuovo il momento più atteso e il responso è stato inequivocabile…

QUARTO POSTO !!!!!!

 

Quarto posto che chiude di fatto la stagione carnascialesca 2001, un carnevale che anche quest’anno è stato fantastico. Le nuove persone che si sono aggiunte al gruppo hanno portato nuove idee, aria nuova, braccia nuova, aiuti nuovi e chi più ne ha più ne metta ma hanno sopratutto portato ancora più allegria e più vivacità in un gruppo che continua, anno per anno, a divetare sempre più CATTIVO E AGGUERRITO. E questo non può che essere di buon auspicio x il futuro…

La NCS per un po’ se ne va in vacanza ma abbiate fede perchè le idee sono tante e allora presto torneremo alla ribaltà con nuove interessanti proposte, assolutamente da non perdere!! E poi, ancora una volta, statene certi:

L’ANNO PROSSIMO TORNERMO DI NUOVO… CONVINTI A PORTARE AVANTI QUELLA CHE È LA NOSTRA SACRA RELIGIONE: IL CARNEVALE!!!!!

 

NCS,

l’avventura continua…

draghetto.gif (16358 byte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *