Pubblicato in: Agenda

Magazzini aperti!!

Per chi avesse tempo e voglia può venire a darci una mano (oppure anche solo passare per un saluto e una birretta) ai magazzini di fianco al palapenz di chiasso.

Saremo presenti venerdi dalle 20.30 e sabato pomeriggio dalle 13.30

Vi aspettiamo!

Un saluto

NCS staff

Pubblicato in: Agenda

Orari lavori cena NCS

Questa settimana saremo presenti ai maga nelle seguenti fasce orarie:

Venerdi dalle 20.00
Sabato dalle 10.00
Domenica dalle 14.00

 

Venite a darci una mano!! 🙂

Sabato 17 novrembre ci sarà come di consueto una cena a base di Raclette&fondue per inaugurare insieme la nuova stagione NCS

Non dimenticate di iscrivervi con il seguente doodle entro il 10 novembre!

http://doodle.com/aixkgzkbtnt7ay89
A prestissmo!
NCS STAFF 

 

 

 

Pubblicato in: 2012

Sorteggio o riconteggio? Che battaglia per l’ottavo seggio!

Tema

Quest’anno fari puntati sul sorteggio in casa PPD per l’ottavo seggio a Nazionale. Da una parte Monic Duca Widmer, sorteggiata in un primo tempo dal computer ma poi esclusa dal sorteggio manuale. Dall’altra parte il giovane Marco Romano ha vissuto emozioni opposte: dapprima l’amarezza per il sorteggio computerizzato e poi la gioia quando Marco Borradori ha estratto il suo nome dall’urna.

 Al di là di chi ha vinto alla fine, tra i due è stata una bella ed avvincente battaglia, senza esclusione di colpi.

Costumi

Partendo dai cognomi dei personaggi, “Romano” e “Duca-Widmer” ecco l’idea di creare due eserciti di persone: da una parte i “Romani” e dall’altra i “Duchi”. I due schieramenti insceneranno una stoica battaglia lungo tutto il Ticino… ma alla fine sarà sempre la sorte (rappresentata da una moneta con le due facce dei politici) a decidere di chi è la vittoria!

 Canzone

Naturalmente ancora affidata agli amich “The Vad Vuc” ed in particolare alla premiata ditta Büti-Cerno, che non finiremo mai di ringraziare!
La canzone è stata cantata sulle note della prima sigla del cartone animato Holly&Benji

Scaricatela qui!

 

ncs_rabadan

 

corteo_raba_2012_1

 

corteo_raba_2012_2

 

corteo_raba_2012_3

 

corteo_raba_2012_4

 

GRAZIE A TUTTI PER IL MAGNIFICO CARNEVALE!! IN ATTESA DEL 15°…

Pubblicato in: Blog

Rabadan: ul Decio al mola!

da ticinonews.ch

Il Radadan ha trovato un nuovo presidente. Si tratta di Tiziano Scolari che succede a Decio Cavallini, che è stato il presidente del carnevale più popolare del Ticino per ben nove edizioni. Lo ha deciso all’unanimità, ieri sera nell’auditorium di BancaStato, l’assemblea della società.

Da un maggiore della polizia cantonale la testa della manifestazione passa ad un colonnello dell’esercito svizzero. Scolari , classe 1964, il 1° ottobre verrà infatti promosso al grado di colonnello in grigioverde.

“È una sfida in cui ho molto rispetto”. Sono state queste le prime parole del neo presidente. “Ho finito di rincorrere lo stress”, ha invece detto Cavallini.

 

Ciao ciao Decio, e grazie per il lavoro svolto in questi 9 anni come presidente. Ci mancherai, in particolare sulla scalinata! 😉 “Decioooooo…… cioooooo”

Pubblicato in: Comunicazioni

Venite a trovarci alla Sagra Paesana di Novazzano


Venerdì 2 e sabato 3 ottobre, dalle 17:30 alle 22:30 passate a trovarci presso l’Aperò Bar della Sagra Paesana di Fine Estate a Novazzano, centro paese.

Il programma completo della manifestazione:


Venerdì 2 settembre

17.30 apertura Apero Bar (piazza principale)
19.00 apertura cucina
20.30 ballo con orchestra ANNA BORIELLO (capannone)
21.00 apertura Bar de Nuit (piazzetta Municipio)
21.30 inizio concerti (piazzetta Municipio)
01.30 chiusura

Sabato 3 settembre

09.00 inizio “Torneo calcio Balilla”
12.30 pranzo presso il capannone
13.30 pomeriggio ricreativo per ragazzi/e
17.29 apertura Apero Bar (piazza principale)
17.30 presentazione e degustazione vini, inizio mercatino notturno
19.00 apertura cucina
20.30 ballo con orchestra ANGELO DE LUCA (capannone)
21.00 apertura Bar de Nuit (piazzetta Municipio)
21.30 inizio concerti (piazzetta Municipio)
01.30 chiusura

Domenica 4 settembre
11.00 concerto della MUSICA UNIONE NOVAZZANO
11.45 aperitivo
12.30 pranzo famigliare
16.00 chiusura

Pubblicato in: Comunicazioni

Un piccolo aiuto per chi sta davvero male


La crisi umaniataria del Corno d’Africa non può lasciare indifferenti: 10 milioni di persone, tra cui molti bambini, non hanno cibo né cibo né accessp all’acqua potabile.

Molti hanno cercato rifugio nei campi profughi, ormai sovraffollati.

Pur consci che le somme per davvero riuscire ad aiutare questa gente siano dell’ordine di diversi milioni di franchi, abbiamo deciso di versare un piccolo contributo (500.-) in favore delle regioni colpite attraverso la Catena della Solidarietà.

Pubblicato in: Vario

Il Cile visto da un’NCSiana

Vi scrivo per informarvi “live” di cosa sta succedendo in Cile.
Mi chiamo Jessica Bottinelli, 25 anni studentessa, candidata al Nazionale per i Verdi, attualmente in Cile per imparare lo spagnolo.
In questi ultimi due mesi gli studenti e i professori e gli addetti ai lavori nel settore educazione, sono in sciopero. Si susseguono manifestazione autorizzate e non (violentemente represse da parte della polizia), comitati studenteschi che si ritrovano, riunioni, marce, dichiarazioni…insomma un fermento fortemente tangibile.

Venerdì scorso gli studenti hanno rinviato al mittente (governo) delle proposte di riforme. Le motivazioni del rifiuto risiedono essenzialmente nel fatto che queste proposte non soddisfano le esigenze più importanti degli studenti (tra cui punto cardine un’educazione pubblica di qualità gratuita, o per lo meno fortemente sussidiata dallo stato). Non solo gli studenti hanno rifiutato le proposte del governo, hanno anche lanciato un ultimatum. Una nuova proposta, seria, entro lunedi prossimo 15 agosto. A partire dall’annuncio dell’ultimatum in tutto il Cile c’é un fermento tangibile e estremamente dinamico.

Praticamente ogni sera, in diverse zone e quartieri della capitale, ma non solo, si assiste al cacerolazo. Si tratta di scendere pacificamente per le strade, armati di padella e mestolo e battere battere battere..un ritmo, con speranza che le cose possano cambiare, con determinazione a non arrendersi, con voglia e consapevolezza di lottare per un diritto, quello dell’istruzione.

Assistere al cacerolazo del quartiere in cui vivo é stato abbastanza spettacolare. Si tratta di un quartiere “bene”, tutte casette, media borghesia. Eppure spontaneamente un centinaio di persone si sono radunate e a loro volta hanno attirato l’attenzione di altre persone, come me..che sono scese in strada, con la padella. Mi sono sentita coinvolta, come se fosse anche un problema mio, non della lontana gioventù cilena. C’erano giovani, ragazzi, ma anche abueliti (nonni) con i nipoti, genitori che hanno accompagnato i figli. Un rumore assordante ma tutto sommato in una bella cornice.